Bilancio di sostenibilità

Il risultato del Consorzio

Paolo Voltini (Presidente del C.d.A.)

“È con grande piacere che Vi introduco a questo secondo bilancio di sostenibilità della nostra azienda dove, attraverso fatti e numeri, raccontiamo un percorso che ci riempie di orgoglio e conferma ancora una volta la responsabilità che consapevolmente ci assumiamo ogni giorno. Nel 2019 infatti è stato riconfermato al Consiglio di Amministrazione che presiedo il mandato di governo della Cooperativa per i prossimi tre anni, con l’obiettivo di concentrare i nostri sforzi a favore dello sviluppo ed il progresso del Consorzio sia da un punto di vista economico ma anche, e soprattutto, nell’impegno verso un’agricoltura responsabile, che si conferma la leva fondamentale della nostra filiera agroalimentare.”

Costantino Vaia (Direttore Generale)

E proprio in questo contesto positivo di crescita, sostenibilità e responsabilità sociale si confermano sempre più elementi chiave per una corretta interpretazione delle aspettative ed esigenze dei mercati in termini di trasparenza, etica e proficue relazioni con gli stakeholder. Gli sforzi degli ultimi anni in termini di investimenti in tal senso hanno potenziato il  monitoraggio e permesso azioni di miglioramento lungo tutta la filiera produttiva; queste attività abbinate ad un elevato know-how ci hanno permesso di consolidare ulteriormente relazioni dirette, stabili e durature con i maggiori player internazionali. Per il futuro continueremo ad investire risorse e attenzione in ambito sostenibilità, in ogni sua applicazione, per accompagnare una nuova fase di crescita che non vuole essere solo economica.

Bilancio di sostenibilità 2019

1

Il Consorzio

Il Consorzio Casalasco è il legame tra il territorio e le sue tradizioni, tra il lavoro agricolo e la valorizzazione dei prodotti coltivati attraverso la qualità, il progresso e l’innovazione tecnologica nel rispetto dell’uomo e dell’ambiente.

2

Gli Stakeholder del Consorzio

Fra gli stakeholder prioritari appaiono:
I Soci, titolari delle quote ma anche conferenti della materia prima al Consorzio
Il Personale, a cui è dedicato il Cap. 5
I Clienti, suddivisi in consumatori finali del prodotto a marchio e clienti del canale Industriale o Co-manufacturer e Private Label.

3

La Filiera e il suo controllo

La configurazione cooperativa del Consorzio, con le aziende agricole socie che rivestono il doppio ruolo di soci proprietari e fornitori della materia prima agricola, consente un livello di controllo e di integrazione fra fase agricola e di trasformazione non riscontrabile nelle filiere industriali. 

4

Lo Scenario e il Valore

Nel 2019 l’industria mondiale ha lavorato 37.398 milioni di tonnellate di pomodoro destinato alla Trasformazione per conserve alimentari. Sempre nel 2019, nel Nord Italia, il volume totale di pomodoro prodotto si è attestato a circa 2.370.000 tonnellate provenienti da 36.600 ettari, per una resa media di 76t/ha. Nonostante il prezzo del pomodoro abbia visto un calo progressivo nell’ultimo triennio.

5

Le nostre Persone

Il Consorzio Casalasco del Pomodoro riconosce la Centralità della  Persona e promuove uno stile di leadership che ne valorizza la strategicità. L’azienda rispetta tutte le norme in materia di diritti umani e diritti dei lavoratori ed è fortemente impegnata a richiedere lo stesso comportamento a tutti coloro che, in ogni fase della filiera, lavorano per il Consorzio e con il Consorzio. In buona sostanza le caratteristiche vincenti di qualità, affidabilità, trasparenza, tracciabilità.

6

La Sostenibilità Ambientale

Il Consorzio Casalasco è inserito in un sistema agroalimentare di tipo industriale. I sistemi di questo tipo consentono un aumento del livello produttivo a tutti gli stadi della filiera, ponendo però importanti questioni relativamente agli impatti ambientali generati. Nella fase di produzione agricola vanno affrontate questioni quali la riduzione della fertilità dei terreni, l’inquinamento delle acque, il depauperamento della biodiversità, per non parlare delle ricadute sulla sicurezza e salubrità del prodotto.

40 ANNI DI PASSIONE ED ESPERIENZA

Così siamo diventati il primo gruppo italiano per la produzione e la trasformazione del pomodoro.